Andrea Dovizioso ha deciso di rifiutare le offerte Yamaha e Honda per prendersi un anno sabbatico. Il suo destino vagava nell’incertezza da quando, nel GP d’Austria, ha annunciato che non avrebbe rinnovato con Ducati alla fine di questa stagione MotoGP. Chiude un’avventura durata otto anni con 14 vittorie all’attivo, tre volte vicecampione del mondo. Questa doveva essere la “sua” stagione, dopo tre anni consecutivi alle spalle di Marquez nella lotta per il mondiale: col Cannibale fuori dai giochi, il 34enne Andrea Dovizioso era diventato il favorito numero uno. Se non ora quando? Invece il 2020 si è rivelato un calvario: una sola vittoria e tante delusioni, anche se a due GP dalla fine il forlivese (a -45 dal leader, lo spagnolo Mir) teoricamente è ancora in corsa per il titolo iridato di MotoGP. Comunque vada, il 31 dicembre dopo 8 anni scadrà il suo contratto con la Ducati e allora? Succede che Dovizioso si ferma. Forse solo per tutto il 2021, forse per sempre. Un addio o una stagione di sabbatico, si vedrà. Ma poi non sarà semplice ricominciare, e trovare un nuovo ingaggio per il 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.