Una pessima Juventus: lenta, sterile, senza idee e sottotono. I bianconeri cedono 2-1 a Oporto al termine di una prestazione irriconoscibile, salvata, parzialmente, dal lampo di Chiesa nel finale. Il Porto è passato subito in vantaggio con Taremi, dopo un minuto, che ha sfruttato a pieno una follia di Bentancur. La squadra di Pirlo non è riuscita a costruire azioni degne di nota nella prima frazione. Ad inizio ripresa anche il raddoppio, a freddo, di Marega. Solo Chiesa al minuto 82 è riuscito a dare speranza ai bianconeri. Un gol pesantissimo, in trasferta, che aiuterà la Juventus nella possibile rimonta al ritorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.