Napoli-Torino con la rete di Osimhen è l’ottavo acuto degli azzurri formato Spalletti, a punteggio pieno e reduci dalla sofferenza di una gara vinta soltanto nel finale ma con grande merito. Tanta sofferenza ma anche sfortuna: il rigore sbagliato da Lorenzo Insigne, la rete di Di Lorenzo annullata dal Var per fuorigioco millimetrico, il fantasma di Juric pronto a riaffacciarsi dopo gli incubi del finale della scorsa stagione. Se un tempo queste erano le gare dove i partenopei cadevano, adesso sono il carattere ed un gran cuore ad emergere.

Una vittoria di squadra, così come ha dichiarato nel finale di match David Ospina, tra i migliori in campo con due parate decisive: ““Siamo stati bravi a crederci e lottare fino alla fine. Sono contento della prestazione, era importante proseguire su questa strada, siamo la difesa meno battuta e questo è un dato importantissimo. Davanti poi abbiamo uomini di talento che possono sempre andare in gol. Osimhen sta dimostrando il suo valore non solo per i gol ma anche per il lavoro che sta facendo per la squadra”.

Gli fa eco anche mister Spalletti nel ventre del Maradona, con la capienza al 75% e gremito di passione, che ha dato alla squadra una grande spinta nella fase più delica del match: “Ero fiducioso ed è giusto esserlo perchè abbiamo uomini che possono sempre sbloccare la situazione e quindi è lecito sperare sempre che possa arrivare il gol. Ci abbiamo creduto contro una squadra tosta e agguerrita. Contro Juric diventa sempre una battaglia sportiva, bisogna andare forte nei contrasti e guadagnare palla. Siamo stati bravi anche sotto il profilo agonistico“”Il livello di gioco che dobbiamo imporre è sempre questo. Non sarà semplice, ma stasera ho visto giocatori lottare, Politano e Insigne sono tornati a coprire. La qualità è importante, ma è fondamentale anche saper lottare. C’è tanto coinvolgimento nella rosa. Osimhen? E’ un calciatore fortissimo che sta diventando sempre più completo, lavora per la squadra e sa dare sempre la spinta in avanti“.

Importanti anche le parole di Osimhen, felicissimo per il gol partita: “E’ stato il gol più importante della mia carriera. Sono felicissimo, l’atmosfera dello stadio era incredibile, il pubblico ci ha spinto e siamo riusciti a conquistare i 3 punti. Non ci siamo mai arresi, abbiamo attaccato fino alla fine e il successo è giusto. Ho visto la palla impennarsi e ho capito che potevo anticipare i difensori di testa. Ho colpito bene e ho segnato un gol importantissimo per me e per la squadra”, conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *