Non solo allenatore ma anche un uomo di sport, un padre di famiglia. Stefano Pioli, allenatore del Milan, si è raccontato ai microfoni di Dazn intervistato dall’ex calciatore Federico Balzaretti parlando dei rossoneri e di Zlatan Ibrahimovic in particolare.

In fase difensiva lavoriamo sempre meno di reparto, in fase di impostazione la cosa fondamentale è lo smarcamento, bisogna muoversi e coprire gli spazi. Più ti muovi e più metti in difficoltà gli avversari. Nel calcio moderno è fondamentale l’intelligenza dei giocatori in campo. Ibra? Ha una mentalità e una forza interiore pazzesca, nonostante la sua carriera ha una grande voglia di giocare. Ha una motivazione incredibile che trasmette a tutti. Il suo arrivo ha aiutato tutti, ha avuto una grande intelligenza e una sensibilità ad entrare in un gruppo non ancora formato. Lui pretende tanto da se stesso e per questo pretende tanto anche dagli altri. Regista offensivo? Sono cose che proviamo durante gli allenamenti. E’ fondamentale avere i tempi giusti, Ibra è un campione che vede il calcio prima. Il club è sempre presente e ci dà grande supporto, questa è la forza della nostra squadra. Maldini, Massara e Gazidis sono sempre con noi. Donnarumma e Calhanoglu sono stati fantastici fino all’ultimo momento, al centro di tutto c’è sempre il Milan”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *