Partita ostica e pareggio che permette di continuare la corsa rossoblù. Walter Mazzarri commenta l’1-1 di Empoli dalla pancia del “Carlo Castellani”.

GARA DAI DUE VOLTI
“Siamo partiti bene, poi il break per l’infortunio dell’arbitro ci ha come rotto il ritmo e dopo è arrivato l’infortunio di Lovato che ha sicuramente scombussolato i piani. A quel punto il primo tempo è stato complicato ed è andata bene averlo chiuso sotto di un solo gol. All’intervallo ero parecchio arrabbiato per come ci siamo disuniti, nella ripresa è stato quasi un nostro monologo, abbiamo gestito bene i cambi e credo che il pareggio sia meritato, forse qualcosa in più per noi non sarebbe stato uno scandalo, alla luce dell’occasione per Pavoletti. Sicuramente guardando la gara nel complesso è un pareggio prezioso vista la forza dell’Empoli”.

IL GIUSTO SPIRITO
“Al netto degli errori fatti oggi e delle pause di rendimento, credo che questi ragazzi stiamo dimostrando di credere fortemente come me nel lavoro che facciamo. Oggi sicuramente a livello individuale e collettivo abbiamo fatto meno bene rispetto a Bergamo. Avremmo firmato per 4 punti in queste due trasferte, lo spirito è quello giusto e la strada da seguire anche. Purtroppo la nostra classifica non è ancora buona e quindi non possiamo pensare con leggerezza come vorremmo, dobbiamo lavorare partita dopo partita con la tensione al massimo e la consapevolezza di dover raccogliere il massimo. Ora testa al Napoli”.

LE SCELTE IN CORSA
“Purtroppo l’infortunio di Lovato (fastidio al flessore della gamba sinistra) ci ha tolto uno slot, avremmo gestito le mosse in modo diverso e magari avremmo potuto costruire meglio e prima l’assalto. Altare è entrato alla grande con la sua fisicità e si è visto subito l’impatto avuto nei duelli uomo contro uomo. Avevo visto Pereiro un po’ sacrificato da prima punta in linea con Joao Pedro, ho provato a toglierlo dalla linea spostando Dalbert sull’esterno dopo una gara tattica sul play avversario. Sicuramente il brasiliano, anche nelle difficoltà di squadra del primo tempo, è stato tra i più solidi, è un calciatore che ha qualità e duttilità”.

PAVOLETTI DECISIVO
“Veniva da un infortunio, oggi ha mostrato le sue doti di killer d’area di rigore e beneficia del gioco avvolgente che abbiano messo in campo nella ripresa. Anche Joao Pedro beneficia della presenza di Pavoletti, ma oggi sono entrati bene tutti, Keita e Baselli anche ci hanno dato molto a livello di quantità e intensità. Sono contento dell’atteggiamento dei ragazzi, dobbiamo continuare così”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.