Le partite delle 15, a differenza di Atalanta-Cagliari, hanno regalato ben pochi gol ma una buona percentuale di emozioni.

A Parma, Liverani può permettersi di andare alla sosta con la prima vittoria in tasca. Al 25esimo secondo del match, alla prima azione utile, Karamoh viaggia a gran velocità sulla fascia destra, mette un gran pallone in mezzo
che al volo Kurtic, di piatto, non può far altro che mettere dentro.

A Benevento si continua a sognare. È decisamente un’altra squadra questa a differenza di quella di due anni fa quando, per fare i primi punti, i sanniti dovettero aspettare quel famoso uno a uno con gol di Brignoli al novantesimo. Ora, i ragazzi di Pippo Inzaghi, ci credono molto di più dopo aver dominato il campionato di Serie B lo scorso anno. La partita la risolve Lapadula che riesce a smarcarsi ottimamente su un calcio d’angolo di Marco Sau. Sei punti in classifica per il Benevento.

A Roma tra Lazio e Inter finisce 1 a 1. Al gol di Martinez, abile a sfruttare una buona discesa di Perisic e un rimpallo, risponde Milinkovic-Savic con una bella zuccata su cross di Acerbi. Nervi tesi durante la partita con un’espulso per parte: prima Immobile, per fallo di reazione su Arturo Vidal, poi Stefano Sensi per l’Inter.

Alle 18 il Milan se la vedrà contro lo Spezia di Italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.