Piove sul bagnato. Il Covid-19 ferma anche la pallanuoto italiana. Dopo la positività dei bresciani campioni del mondo, Di Somma e Del Lungo, del palermitano Lo Cascio, sono risultati contagiati anche i palermitani Del Basso, Di Patti ed un giocatore del Posillipo. In mezzo a questa nuova emergenza, la Fin si è consultata con i club e ha deciso di far slittare l’avvio, in programma sabato dell’A-1. Inizialmente, si sarebbero dovute disputare Florentia-Ortigia, Trieste-Pro Recco e Lazio-R.N.Salerno (riposo del Savona), con lo spostamento di Metanopoli-Telimar Palermo, Brescia-Roma Nuoto e Posillipo-Quinto. Nelle prossime settimane si deciderà se cambiare anche la formula del campionato, a 13 squadre, che al momento prevede la finale scudetto dopo la lunga stagione regolare. Lo start dell’A-1 donne era in calendario sabato 10, ed anche in questo caso slitta a data da definire. È stata comunicata la positività di una giocatrice del Verona. Il cammino verso l’Olimpiade di Tokyo è sempre più in salita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.