C’è una pratica più dura oltre la sofferenza di quando si fa un tatuaggio? Scoprire alla fine che è sbagliato. Lapadula è stato avvisato sui social del marchiano errore che ora porta sul suo braccio. L’attaccante del Benevento ha postato la foto del disegno: secondo lui, un Inca (uomo del popolo precolombiano) che rappresenterebbe le origini del bomber neo acquisto del Benevento. “Le mie origini, la metà del mio cuore, la metà del mio sangue. #Perù” ha scritto come didascalia. Peccato che il volto dell’uomo tatuato non è un Inca, ma un apache e cioè un nativo americano. I social non hanno perdonato la figuraccia di Lapadula e l’hanno tempestato di commenti per prenderlo in giro. Dolore senza fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.