L’attuale portiere del Lille finito nell’affare Osimhen, ed ex Napoli, Orestis Karnezis ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sport24, concentrando il discorso sull’ammutinamento degli azzurri della passata stagione. Di seguito le parole del portiere greco: “È stato un momento difficile. Tutto è iniziato a novembre dopo alcuni risultati negativi. Era stato imposto il ritiro per tutta la settimana per essere concentrati. Noi non accettammo la richiesta della proprietà e da lì è cominciato tutto. Con noi c’era Ancelotti e poco dopo è arrivato Gattuso. Con lui c’era bisogno di tempo. Siamo riusciti a vincere la Coppa Italia. Il peggior momento è stato quando c’erano i ritiri. È una mentalità italiana difficile da cambiare. Sei chiuso in hotel per 1-2 settimane e la tua famiglia è sola a casa. Questo distrugge l’anima. Le società lo fanno per mettere pressione sui giocatori per farli concentrare e tornare a vincere. Ma è una strategia ormai superata che non sempre. Invece per quanto riguarda la città e sull’esperienza vissuta qui a Napoli, non ho nulla da recriminare“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.