Il legale del Napoli, Mattia Grassani, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss della sentenza di Juve-Napoli con il 3-0 a tavolino e punto di penalizzazione per gli azzurri: “Parlo per la prima volta dopo la sentenza. Una sentenza errata e meritevole di nuovo giudizio. Il Napoli venerdì ha presentato l’istanza di ricorso. Dopo aver letto la sentenza del giudice sportivo, pensavo fosse falsa. Il Napoli non ha avuto alle 14.13 il divieto a non viaggiare verso Torino, la documentazione lo dimostra. Sono in corso attività di reperimento di testimonianze a favore della nostra tesi. Sono le testimonianze del Dottor Verdoliva e del Dottor D’Amore. L’Asl ha posto la salute pubblica come interesse superiore, ha scelto la via della prudenza. Parlare in materia di diritto sportivo è difficile. Non mi espongo, ma non credo sia giusto penalizzare una squadra che ha rispettato un ordine di un’azienda sanitaria. Nell’ipotesi in cui il collegio dovesse bocciare la nostra proposta, saremmo costretti a presentarci davanti la Corte sportiva D’Appello. Il ricorso al CONI sarebbe scontato. Nel caso in cui dovessimo vincere, sarebbe la vittoria dei giusti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.