Gennaro Gattuso presenta in conferenza la partita di domani contro la Real Sociedad. Sfida delicata per il Napoli, dopo il KO di giovedì scorso. Ecco le parole del Mister:

L’IMPORTANZA DELLA GARA

Gara importantissima, servirà un super Napoli. Domani, però, ci saranno dei cambi. In questi giorni abbiamo speso tantissimo. Ci sono anche altre quattro partite dopo questa. Giovedì abbiamo preso delle mazzate incredibili

UN GIUDIZIO SUGLI AVVERSARI, SILVA IN PARTICOLARE

L’allenatore viene dalla cantera, lavora da tanti anni. Hanno appartenenza, siamo stati fortunati a giocare senza tifosi perchè è una bolgia. Non è solo qualità la loro, sanno battagliare, sono forti e sanno giocare. Non è solo Silva, ma anche tanti giocatori forti e giovani

QUANTO PESA LA SCONFITTA CONTRO L’AZ ALKMAAR?

Quando abbiamo analizzato la partita abbiamo detto poco. Siamo stati padroni del campo, ma non abbiamo accelerato negli ultimi metri. Fa specie vedere l’AZ difensivista. In Europa è difficile affrontare tutte le partite. L’Europa League è difficilissima. In questo momento ci siamo complicati la vita. Dobbiamo fare di più, Non dobbiamo essere lenti“.

IDEE CHIARE SULLA FORMAZIONE?

Abbiamo preparato le partite oggi. Non voglio più parlare di AZ. Affrontiamo la capolista della Liga. Una squadra in salute. Dobbiamo farci trovare pronti. Non solo a livello tecnico, dobbiamo essere squadra e saper soffrire. Possiamo colpirli. Nessun calcolo, giochiamo a viso aperto. Nel calcio non esistono più titolari e riserve. I cinque cambi sono fondamentali. Anche in trena minuti si può fare la differenza

QUALE PARTITA VORREBBE VINCERE TRA DOMANI E DOMENICA?

Sicuramente entrambe. Abbiamo venticinque giocatori forti, dobbiamo puntare a fare il massimo in ogni competizione. Nessuno di noi si aspettava la sconfitta di giovedì, siamo partiti con l’handicap. Sta a noi fare il meglio e raddrizzare la situazione. Il Sassuolo è forte, sa quello che deve fare, sono una grande realtà. Testa a domani“.

COSA LA SPAVENTA DELLA REAL SOCIEDAD?

I grandi talenti, la voglia di fare e la rapidità d’esecuzione. Sarà una squadra durissima. Li affronteremo con le stesse loro armi. Fare le cose bene, dobbiamo portare uomini nella loro metà campo e saper soffrire da squadra in ripiegamento”

LA PRESSIONE NEI CONFRONTI DEL NAPOLI

La pressione c’è, ma tutto dipende da noi. Da come noi scendiamo in campo. Quando si parla di Sociedad si cita la sua storia: la mentalità dei paesi baschi, gente che ha grande spirito“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.