Parole decise dell’ad dell’Inter Beppe Marotta sulla situazione che sta vivendo il calcio e la questione Nazionali, così come riporta la Gazzetta dello Sport.

“Abbiamo detto che l’anno scorso si è chiusa una stagione anomala, questa è ancora più anomala. Aggiungiamo gli infortuni e le assenze per Covid: ne viene fuori che gli allenatori non riescano mai a studiare una formazione anticipata. Dobbiamo cercare di anticipare queste situazioni, cercando di limitare le partite delle nazionali, perché altrimenti si fa fatica a gestire le squadre fino a fine campionato”.

“Affronteremo questa situazione con rigidità, perché dobbiamo rispondere ai nostri impegni e mi sembra che le federazioni debbano fare lo stesso. Bisogna avere grande cautela nei confronti dei nostri giocatori. È un malumore che serpeggia fra tutti i dirigenti. mia non è una polemica. Non voglio boicottare le convocazioni, ma i giocatori devono essere nelle condizioni per rispondere alle convocazioni. Con dei problemi, meglio lasciarli a casa. Ci vuole maggiore rispetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.