Quella di domani sarà la giornata in cui Juventus-Napoli si disputerà, ma soltanto in tribunale, e probabilmente neanche terminerà. E’ fissata alle 15:30 l’udienza relativa al match mai disputato a causa del blocco dell’ASL al club azzurro per i casi di positività di Elmas e Zielinski. Cosa accadrà? Lo spiega Tuttosport, secondo cui il legale azzurro Mattia Grassani ha due strade per vincere: la prima è quella di dimostrare che le prime due comunicazioni della Asl erano da considerare già impositive quanto al divieto del viaggio; la seconda è quella di dimostrare che domenica alle 14.13 il Napoli era ancora in grado di partire per Torino e disputare la partita. Visto che è l’unico dibattimento della giornata, ci si aspetta la sentenza in serata. Anche se – specifica il quotidiano piemontese – non è da escludere che la corte si riservi più tempo, vista la delicatezza della vicenda. Considerato che, finora, tutte le squadre hanno disputato le loro partite nonostante molti contagiati, non tutti accoglierebbero il ribaltamento del 3-0 a tavolino (con punto di penalizzazione) come un atto di giustizia. In ogni caso De Laurentiis sarebbe pronto a ricorrere al CONI in caso di risultato negativo anche in secondo grado.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.