Nell’intervista rilasciata a La Gazzetta dello SportSimon Kjaer ha rivissuto il periodo in cui il suo riscatto da parte del Milan non sembrava ancora certo: “Ho sempre pensato che avevo fatto tutto il possibile – ha ammesso il danese – ma sapevo che a decidere sarebbe stata la società. Quando ho firmato ho vissuto un sogno, e continuo a viverlo ora che siamo primi“. A proposito di sogni, l’ex Siviglia è proiettato verso il futuro: “Tra sogni e obiettivi il confine è strettissimo: iniziamo tornando in Champions da milanista. Poi mi piacerebbe chiudere qui la carriera. Sono ancora giovane, no”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.