E’ tra gli ultimi arrivati in rossoblu Francesco Fedato ed anche tra coloro che vantano maggiore esperienza in categorie maggiori, con un curriculum di tutto rispetto.

Gettato subito nella mischia da mister Guidi dopo aver scontato la scorsa giornata di squalifica, ad Avellino contro la Ternana è entrato di diritto sul tabellino dei marcatori, propiziando il pirotecnico 3-3 del Partenio. E’ proprio l’attaccante che si racconta in sala stampa: “E’ stata una bella partita, soprattutto nel primo tempo. Sapevamo di non avere parecchi minuti nelle gambe, io specialmente ma abbiamo un mister che vuole sempre che facciamo la nostra gara contro qualsiasi squadra e il primo tempo ne è la conferma”.

“La Ternana è la più forte del campionato insieme al Bari e l’abbiamo messa davvero in difficoltà. Peccato per l’inizio ripresa e per la prima rete che ha accorciato il gap, ha cambiato tutto. Sul 3-2 molte squadre avrebbero incassato anche il quarto gol, invece noi non abbiamo mollato. Abbiamo il rimpianto di non aver vinto la partita quando invece con un punto contro la Ternana potresti essere contento. Siamo dei ragazzi con tanta voglia di metterci in mostra e diamo sempre tutto. Ho visto un grande spirito. In questo campionato la fame e l’ambizione contano più dei nomi, i giovani possono darti qualcosa di più da questo punto di vista ma ci conosciamo da poco. Il primo gol avversario? Possono sbagliare tutti. Dekic è un ottimo portiere e un errore può starc, non c’hanno regalato nulla. Adesso abbiamo una settimana per recuperare e ripartire con ancor più determinazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.