Andrea Pirlo, ha presentato quest’oggi la sfida contro gli ungheresi del Ferencvaros, gara valida per la terza giornata della fase a gironi di Champions League. Nei primi due turni i bianconeri hanno conquistato tre punti: vittoria con la Dinamo Kiev e sconfitta col Barcellona. I campioni d’Ungheria hanno invece conquistato un punto in due partite. Le parole dell’allenatore della Juventus in conferenza stampa:

Che atmosfera hai trovato?
Budapest è una bellissima città, ci ero già stato altre volte ma siamo venuti qui per giocare a calcio e per disputare una buona partita“.

La partita col Barcellona vi ha tolto un po’ di sicurezza?
Ci ha fatto capire che bisogna migliorare, che per giocare certi tipi di partite bisogna avere più determinazione. Sapevamo che avremmo incontrato una grande squadra e incontrarla così presto ci ha fatto anche bene, ci servirà per il futuro. Anche per la gara di ritorno”.

A Cesena non è cambiata la formulazione tattica.
“Il modulo a Cesena era lo stesso, ha svolto lo stesso lavoro fatto da Ramsey o Kulusevski in altre partite. Domani magari ci sarà qualcun altro, ma il nostro concetto di calcio non cambierà”.

Cosa pensi del Ferencvaros?
“Abbiamo visto e studiato questa squadra, abbiamo visto anche le gare che ha disputato in Champions e non meritava il passivo di Barcellona. Ha giocatori veloci, buone trame di gioco, dobbiamo rispettarla perché tutte le gare sono difficili e i tre punti col Ferencvaros sono gli stessi che con altre squadre”.

Il pubblico presente è un fattore che può spostare?
“Ci condiziona in meglio, il pubblico ti dà una sensazione di sentire di più le difficoltà in fase difensiva. Quando senti la gente che incita la squadra avversaria l’attenzione si alza, è un fattore positivo per tutti noi e anche per la gente che viene allo stadio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.