Il problema tecnico dell’area di sabato sera prima della partenza verso Bologna potrebbe rivelarsi utile al Napoli nel percorso giuridico avviato dopo il 3-0 a tavolino assegnato alla Juve in occasione del match non disputato per il blocco dell’ASL. Lo scrive l’edizione odierna di Repubblica, che spiega come la linea del club azzurro sarà quella di dimostrare l’assoluta volontà del club di partecipare alla gara di Torino. Il processo è atteso per oggi alle ore 15:30.

“Proprio ieri la squadra di Gattuso è stata costretta a volare a Bologna nel giorno della gara, a causa di un guasto all’aereo. Insigne e compagni sono decollati di mattina da Capodichino e nel pomeriggio sono scesi in campo allo stadio Dall’Ara. “Avremmo fatto lo stesso anche un mese fa, c’era ancora tutto il tempo per arrivare all’Allianz Stadium, se l’autorità sanitaria locale non ce lo avesse impedito”, sosterrà dunque oggi l’avvocato Mattia Grassani. Non tutti i mali vengono per nuocere, insomma. Il contrattempo di sabato sera, con il guasto del volo charter e la partenza per l’Emilia slittata a poche ore dalla partita contro i rossoblù, potrebbe rivelarsi nel ricorso alla Corte d’appello Federale un prezioso asso nella manica. Altrimenti la battaglia legale andrà avanti, con il terzo grado al Coni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.