Jannik Sinner, il piccolo prodigio che finalmente si siede al tavolo delle grandi occasioni. Giornata importante per il giovane azzurro alla sua prima finale in carriera nel circuito ATP; oggi pomreiggio infatti l’altoatesino sfiderà Vasek Pospisil nella finale della rassegna di Sofia. Sinner è stato autore di un percorso fantastico nel quale ha superato avversari del calibro di Alex De Minaur (n. 25 del ranking) e Adrian Mannarino (n. 33 del ranking) in maniera brillante, meritando ampiamente il successo. Il Sinner che si è visto in questa settimana in Bulgaria, e non solo, è un giocatore consapevole dei propri mezzi, convinto del proprio valore e molto determinato. Tutte caratteristiche che un giorno lo renderanno uno dei migliori del circuito. Tornando al match di oggi, Pospisil è senza ombra di dubbio un avversario ostico. Non a caso ieri ha sconfitto Richard Gasquet un tennista esperto e solido. Sarà per il 19enne nativo di San Candido un ottimo test per capire a che punto è arrivato il suo percorso di crescita anche perché non si tratta solo della prima finale nel circuito maggiore ma anche della prima nella quale parte da favorito. Sinner ha dimostrato in molte occasioni, nonostante la giovane età, di non soffrire la pressione ma questa è una variabile da tenere necessariamente in considerazione. on questo successo l’allievo di Riccardo Piatti entrerebbe anche nella top-40 del ranking ATP. In caso contrario resterà comunque la grande prestazione che ha condotto Sinner a soli 19 anni a giocarsi il titolo in un 250. Senza ombra di dubbio sarà una partita spettacolare e che non mancherà di regalare colpi di scena. L’appuntamento è fissato alle ore 14:00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.