Non usa troppi giri di parole Federico Guidi, tecnico della Casertana, per commentare la sconfitta interna della sua squadra contro il Foggia nel recupero della seconda giornata di campionato: “Oggi abbiamo dimostrato di essere una squadra modesta, siamo stati inguardabili e non c’è molto da discutere. Abbiamo sbagliato completamente la partita, abbiamo giocato malissimo e perso meritatamente. Faccio i complimenti al Foggia perché ha vinto in maniera netta, noi abbiamo fatto una bruttissima figura e dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. Sono amareggiato e disgustato dalla prestazione della mia squadra. La condizione fisica è precaria, la squadra è giovane ma questi non devono essere alibi. Abbiamo provato a correggere in corsa, siamo partiti a 3 e nella prima mezz’ora non abbiamo messo insieme due passaggi, a dimostrazione che non è un problema di modulo”. Guidi non vuole sentir parlare di mercato sbagliato: “Sarebbe troppo facile ora sputare su quello che è stato fatto e sulla rosa che è stata costruita. Sappiamo che il nostro obiettivo è la salvezza, che abbiamo tanti giovani in squadra ma questo lo sapevamo fin dall’inizio. La difficoltà è trovare una condizione decente perché i giocatori sono arrivati a fine mercato per colpa del Covid e il calendario compresso non ti permette di preparare le partite adeguatamente. Perdere ci può stare ma farlo come oggi non mi sta bene. Io in discussione? Sono sempre in discussione quando ci sono momenti del genere, però sono consapevole del tipo di lavoro che stiamo facendo”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.