Nel corso della conferenza stampa di presentazione del neo ds Pastore, il presidente della Casertana Giuseppe D’Agostino ha fatto un appello, palesando la difficoltà di portare avanti la stagione a causa del Covid-19 e del protocollo sanitario: “Questo è un campionato che realmente non è mai iniziato. Non si sa se si gioca o meno. Si parte per raggiungere il ritiro in occasione delle gare esterne e ti dicono che dall’altra parte ci sono positivi. Tu sei costretto a rifare i tamponi perché sono scadute le 48 ore dal calcio d’inizio a causa del rinvio. Ti ritrovi a fare tamponi in ritiro con la paura di trovare qualche altra sorpresa. Cose inaccettabili. Cose che incidono sul progetto di tutte le squadre. – continua D’Agostino come riporta Tuttoc.com – Si parlava di riforma, ma penso che ora non sia più prioritaria visti questi problemi. Non capiscono perché non si decida di fermare tutto. O meglio lo sappiamo. Non ci sono risorse per continuare in questo modo. Siamo la terza serie professionistica e non abbiamo introiti. Possiamo mai fare tutti questi tamponi sostenendo spese di continuo? Capisco che non ci si possa fermare e che bisogna fare sacrifici. Ma li devono fare tutti, non soltanto noi società”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.