Tante emozioni nella serata dedicata ai playoff e una sorpresa clamorosa: ai calci di rigore , dopo l’1-1 dei 120′, Serbia fuori dagli Europei, dentro la Scozia.

La Macedonia del Nord per la prima volta nella sua storia alla fase finale di un campionato europeo. A Tbilisi finisce 0-1 e a decidere non poteva che essere il giocatore con più presenze e più reti nella storia della nazionale, ossia Goran Pandev. Rete nata su azione tutta “italiana” che ha coinvolto Elmas e Nestorovski.

La Slovacchia stacca il biglietto per Euro 2020 vincendo a Belfast una partita che sembrava in pugno e che rischiava di sfuggire di mano. Servono i supplementari per portare alla fase finale del torneo la selezione di Stefan Tarkovic. Italiani protagonisti, nel bene e nel male: apre le marcature Juraj Kucka, che legge benissimo un errato disimpegno all’indietro di un difensore nordirlandese, si invola fino all’area di rigore e con un destro rasoterra supera il portiere. A due minuti dalla fine, però, la doccia fredda con Milan Skriniar che nel tentativo di anticipare l’attaccante avversario su traversone dalla destra deposita la palla alle spalle del suo portiere. A decidere la sfida Michal Duris al 110′. 

L’Ungheria strappa la qualificazione a Euro2020 al termine di un’incredibile rimonta. Sotto di un gol fino a due minuti dalla fine per rete di Sigurdsson all’11’, riescono a ribaltare la partita con le reti di Nego (88′) e Szoboszlai (92′). Il talento del Salisburgo nella circostanza fa tutto da solo, ricevendo palla poco prima di centrocampo e andando via palla al piede incontrastato, fino alla conclusione secca dalla distanza che ha battuto Halldorsson. Un altro pezzo d’Italia si aggiunge al torneo: Marco Rossi è l’artefice dell’impresa. Il commissario tecnico, tuttavia, non è potuto essere presente questa sera essendo risultato positivo al Covid-19. In panchina il suo vice, Cosimo Inguscio.

Ecco il quadro completo delle 24 le partecipanti a Euro 2020. Saranno due le debuttanti: Finlandia e la già citata Macedonia del Nord. È la Germania la squadra con più partecipazioni (12), per l’Italia sarà il decimo europeo, il settimo consecutivo. Di seguito i sei gironi:

Gruppo A (Roma, Baku)
Turchia
Italia
Galles
Svizzera

Gruppo B (Copenaghen, San Pietroburgo)
Danimarca
Finlandia
Belgio
Russia

Gruppo C (Bucarest, Amsterdam)
Olanda
Ucraina
Austria
Macedonia del Nord

Gruppo D (Londra, Glasgow)
Inghilterra
Croazia
Scozia
Repubblica Ceca

Gruppo E (Dublino, Bilbao)
Spagna
Svezia
Polonia
Slovacchia

Gruppo F (Budapest, Monaco di Baviera)
Ungheria
Portogallo
Francia
Germania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.